Commissione paritetica centrale per la Formazione e l'Aggiornamento professionale - Esito incontro

In data 20 febbraio si è riunita la commissione paritetica centrale per la formazione e l’aggiornamento professionale prevista del D.P.R. nr 395 del 31 luglio 1995. La riunione è stata presieduta dal prefetto Cautilli.(...)

In relazione ai vari punti dell’ordine del giorno , la commissione ha deliberato:

  1. Modalità organizzative Commissione Paritetica Centrale Si è convenuto , su suggerimento del SIAP, sulla redazione di un verbale non contestuale , contenente lo sviluppo dei lavori e che eventualmente riporti qualora necessario richieste di annotazioni proveniente dai componenti. Le determinazioni della commissione, saranno riportate in un verbale di sintesi , elaborata di volta in volta durante la riunione.
  2. 8° corso Vice Revisore tecnico. È stato approvato la struttura e i contenuti indicati e che il corso inizierà il 19 marzo p.v. presso l’IPI di Nettuno e sarà articolato in due trimestri : il primo presso l’IPI di nettuno e il secondo presso la sede ed i reparti di destinazione finale.
  3. Giudizio d’idoneità È stata approvata la proposta secondo la quale, al termine del primo semestre, il Direttore della scuola esprime un giudizio sintetico di idoneità / non idoneità. Al termine della prima fase del secondo semestre il giudizio di idoneità verrà modulato sulla base di 8 parametri valutati singolarmente con un punteggio di uno, due o tre. L’idoneità è conseguita con un punteggio minimo di 15/24 .Sono stati individuati i seguenti parametri:

Qualità morali e di carattere
Senso del dovere e della disciplina
Senso di responsabilità
Cura della persona, assetto formale e cura materiali
Capacità comunicative e qualità dei rapporti personali
Capacità dell’interazione di gruppo
Spirito iniziativa
Spirito di servizio e assiduità dimostrata.
A tal proposito, il SIAP ha chiesto con forza ed ottenuto, in base a quanto inizialmente proposto – 10 parametri con punteggio minimo di 18/30 – una minore discrezionalità per i Direttori della Scuola , salvaguardando i diritti dei frequentatori.

4. R.U.D Si è stabilito che il R.U.D. , dovrà essere effettuato da un Ispettore ed eccezionalmente da un Sov, ha il compito di coordinare e dirigere gli istruttori di alula (IDA) . il R. U. D. durante lo svolgimento del corso , non potrà svolgere altri compiti se non quelli connessi alla formazione. In ogni caso potrà essere impiegato nei servizi esterni. In merito ai fascicoli individuali dei frequentatori, il RUD con cadenza regolare compilerà per ogni componente dell’unità didattica a lui affidata, l’allegata scheda riassuntiva del periodo di riferimento , che sarà conservata nel fascicolo individuale.

5. Varie ed eventuali. Così come preannunciato, il SIAP ha posto l’attenzione sulla circolare attinente l’indennità di insegnamento ingenerando una più ampia discussione sulla questione . il Presidente e il Direttore del CAPS di Cesena, hanno chiarito gli aspetti sul recupero delle ore (45 min) e sulle modalità di pagamento e conteggio con il sistema GEDOC (50 min retribuiti) .inoltre il Presidente chiarisce che la distribuzione dei sussidi didattici in fase di elaborazione seguirà l’ordine delle lezioni del modulo di riferimento.

La Segreteria Nazionale
Roma, 21 Febbraio 2013


Scarica le risorse allegate


Pubblicato giovedì 21 febbraio 2013 alle ore 10:17.
Ultima modifica giovedì 28 febbraio 2013 alle ore 13:44.
© Riproduzione riservata